I luoghi che hanno ispirato la Walt Disney

La magia delle favole esiste davvero

Oggi vi portiamo alla scoperta di tutti i luoghi che hanno ispirato le fiabe Disney, per tutti coloro che hanno sempre sognato di vivere in un mondo incantato almeno per qualche  ora.

Ricordate la Bella Addormentata? Il Castello Reale della Bella Aurora trae ispirazione dal castello di Neuschwanstein, in Germania che fu costruito, per conto di Ludovico II di Baviera, nel 1892 in onore del suo compositore preferito, Richard Wagner. Ludovico II, noto anche come Re Cigno, aveva uno spiccato gusto estetico e la sua “verve” artistica ci è stata tramandata grazie alle varie opere d’arte architettonica di cui poté godere tutto il territorio sotto il suo regno.

1280px-Castello_di_Neuschwanstein

Sempre restando in tema di castelli, quello di Raperonzolo è l’esatta riproduzione di Mont Saint-Michel, un’isoletta dal fascino incredibile che si separa dalla terraferma per via di un particolare fenomeno causato dall’alta marea. Infatti nei momenti di luna piena l’acqua sommerge completamente il passaggio che unisce l’isola alla terra ferma, creando uno scenario suggestivo.

Mont_Saint-Michel_en_gros_plan

Sempre in Francia si trova la celebre piazza dove Belle de La Bella e La Bestia si recava al mercato. In realtà tutta la pellicola Disney richiama gli ambienti pittoreschi dell’Alsazia, per anni dominata dai tedeschi. Difatti i luoghi di quest’area rappresentano perfettamente il connubio architettonico di queste due culture. Nulla da aggiungere poi per il Gobbo di Notre-Dame che si rifà alla più celebre cattedrale di Parigi in stile gotico.

 

 

Notre_Dame_dalla_Senna_crop

Esiste anche la cascata tanto sognata dall’arzillo vecchietto di Up, dove desiderava trasferirsi con la moglie: è quella di Salto Angel (conosciuta anche con il nome di Kerepakupai Vena nella lingua indigena pemon), in Venezuela. Precipita da una montagna chiamata Auyantepui, che fa parte di una delle montagne “tepui” del Venezuela, e con i suoi 979 metri d’altezza si guadagna il primato di cascata più alta del mondo.

Non sarà certo sfuggito a nessuno poi che il Palazzo del Sultano di Aladin si rifà al Taj Mahal di Agra, in India. Pensato per essere un palazzo da abitare, costituisce in realtà la tomba che l’Imperatore Shah Jahan fece costruire intorno al 1632 per la moglie, Mumtaz Mahal.

Il Palazzo dell’Imperatore, nel celebre “Mulan”, si rifà alla famosa Città Proibita di Pechino, in Cina; la definizione di “proibita” deriva dal fatto che solo gli imperatori cinesi potevano averne accesso.

Esiste anche il castello del principe Eric ne “La Sirenetta”. È il castello di Chillon, situato sul lago di Ginevra, in Svizzera. Esso risale all’Impero Romano e rappresentava un’importante punto strategico di difesa per le Alpi. Oltre che per la sua straordinaria bellezza, il castello fu scelto in quanto galleggia sulle acque del lago.

Arriviamo a due pellicole più recenti: La Principessa e il Ranocchio si rifà alle zone paludose della Louisiana per l’incantevole viaggio che la principessa affronta in barca, la Chiesa presente nel film Frozen si ispira a quella di St. Olaf di Balestrand, in Norvegia, mentre il palazzo di ghiaccio di Elsa è un rifacimento dell’Hotel de Glace de Quebec City in Canada. Questo albergo ha la particolarità di essere aperto solo d’inverno in quanto costruito interamente da blocchi di ghiaccio.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *