Torneo Regionale San Marino

di Raffaella Paolini

Fra i tornei regionali di burraco FITAB quello organizzato da San Marino Burraco, ovvero il Torneo Regionale del Titano, è uno dei miei preferiti.

image1

La sede di gara è il Grand Hotel San Marino un quattro stelle del centro storico che ospita clientela nazionale ed internazionale, per vacanze o soggiorni di lavoro. All’interno dell’Hotel si trova anche il Centro Benessere Maurice Messegue che offre i migliori trattamenti per cure e relax. Tre differenti ristoranti, fra cui l’Arengo, autore del buffet per i partecipanti al torneo, utilizzano prodotti biologici e dietetici e propongono cucina locale, italiana ed internazionale.

Ottima la conduzione del torneo da parte del circolo di San Marino che, con i suoi arbitri e staff, la Presidente e Giancarlo Del Bianco al computer, ha fatto sì che la gara procedesse tranquillamente e correttamente, nel rispetto dei tempi e dei giocatori.

Il torneo ha avuto luogo nella Sala Camino, dotata di ampie vetrate con affaccio sulla via e sulle colline circostanti, con circa 40 tavoli e 160 partecipanti, fra cui un buon numero di giocatori provenienti dai circoli umbri. La mattina si sono giocati due turni mitchell e nel pomeriggio altri 3 turni mitchell e due danesi a gironi.

La giornata, a tratti piovosa o nebbiosa o soleggiata, non ci ha consentito lunghe passeggiate se non una, con gli amici di sempre, per raggiungere il Ristorante la Fratta, arroccato sulla vecchia cinta muraria. Questo locale offre, fin dagli anni ’50, servizi di ristorazione: buoni gli antipasti con piadine, crostini, formaggi e salumi locali, gustosa la pasta fatta in casa e di buona qualità la carne grigliata alla brace. Sarà da riprovare perché ho notato un forno a legna per la cottura delle pizze.

 

Del resto conosciamo tutti bene San Marino perché non è certo la prima volta che ci si va. Abbiamo piu’ volte ammirato il centro storico con la Piazza della Libertà ed il Palazzo Pubblico, la cinta muraria con i suoi archi, a volte con merli ghibellini, la Basilica del Santo Marino, il Castello e la Rocca Guaita.

 

 

image3

 

Il divertente torneo, perché ogni gara è diversa e propone varie caratteristiche situazioni, si è concluso con la vittoria della coppia Bragadini Fiorenza e Capella Michela; secondi i nostri bravi amici Capretti Antonio e Lucio Latini e terzi Buonpadre Clara e Caminiti Giuseppe. Nel girone A due coppie dei circoli umbri: ottavo posto per Francesco Napolitano ed Stefania Ercoli e undicesimo posto per Spalloni Francesca ed Anna Azic Elisei dei circoli di Assisi e di Foligno.

 

image2

 

Enrico Gobbi ed io, del circolo il Sagittario di Perugia, ci siamo conquistati il primo posto del girone C: questa volte la Dea Bendata non ci ha lasciato a digiuno anche se abbiamo dovuto lottare perchè dopo un ottima partenza (un 15-5 al primo mitchell), le partite successive sono state di una parità quasi assoluta. Ai danesi però abbiamo realizzato un bel 17 (con gli unici sfidanti, due amici della Pinella di Firenze, che non avremmo mai voluto perdessero così!), passando dal terz’ultimo tavolo del girone C al primo. Poi, al primo tavolo del girone C, abbiamo realizzato un bel 14! Maga Maghella, la fortuna è sempre bella!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *