Dimmi quando sei nato e ti dirò come stai

Individuata dalla scienza una correlazione tra mese di nascita e malattie

No, non stiamo parlando si astrologia ma di uno studio scientifico condotto della Columbia University che parrebbe confermare 39 correlazioni statistiche, di cui 16 nuove, tra mese di nascita e particolari malattie.

Per chi stesse già urlando alla stregoneria possiamo aggiungere che i ricercatori hanno sviluppato un algoritmo per analizzare la banca dati medica del New York Presbyterian Hospital in modo da estrapolare , in base al mese di nascita, dati statistici sul rischio di malattia.

Sono state analizzate 1,7 milioni di cartelle cliniche di pazienti del Presbyterian, uno degli ospedali più importanti degli Stati Uniti, nati tra il 1900 e il 2000 e curati tra il 1985 e il 2013. Pare che su 1.688 malattie, 55 sarebbero collegate al mese o stagione di nascita. Di queste, già 39 erano state discusse nella letteratura medica in relazione a tale dato: 

esoteric-652639_960_720

 

 

la sindrome da deficit di attenzione, iperattività (ADHD) e l’asma. Tra le 16 nuove associazioni rilevate in questo nuovo studio, 9 sono patologie di origine cardiaca. 

Alcuni esempi: un caso su 40 di fibrillazione atriale potrebbe essere influente dal fatto di essere nati in marzo, mentre un caso su 675 di ADHD potrebbe essere collegato al fatto di essere nati nel mese di novembre. I nati in maggio sono meno soggetti a contrarre malattie, mentre gli ottobrini sono quelli più a rischio. Tutto questo varrebbe almeno per il campione di pazienti newyorkesi.

Secondo Nicholas Tatonetti questi dati potrebbero aiutare gli scienziati a scoprire nuovi fattori di rischio ma il pericolo legato al mese di nascita è moderatamente minore se confrontato con variabili più incisive come la dieta e l’attività fisica.

Gennaio: fattore di rischio ipertensivo

Febbraio: Fibrillazione atriale

Marzo: Arteriosclerosi

Aprile: Angina

Settembre: Asma

Ottobre: Iperattività

Novembre: Infezioni virali

Dicembre: Bronchite acuta

I nati nella stagione estiva paiono esser più resistenti nell’incorrere in malattie.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *