Toni Servillo legge Silvio Perrella a Napoli

Oggi giovedì 9 giugno, alle ore 18.30, presso la Feltrinelli in Via Santa Caterina a Chiaia 23, Francesco Durante presenta: 

Addii, fischi nel buio, cenni
di
     Silvio Perrella

Toni Servillo
legge alcuni saggi tratti dal libro

 

Addii, fischi nel buio, cenni è un viaggio in quella che viene chiamata la generazione dei nostri antenati, una generazione composta da scrittori come Italo Calvino, Leonardo Sciascia, Goffredo Parise, Beppe Fenoglio, Domenico ed Ermanno Rea, Danilo Dolci, Primo Levi, Natalia Ginzburg, Anna Maria Ortese, Lalla Romano,  Raffaele La Capria, tra gli altri,  in cui gesto stilistico e gesto vitale spesso coincidono o almeno si somigliano. Scrivere e vivere non erano per loro due fenomeni disgiunti. in seguito per tutti noi non è stato più così.

Nati tra le due guerre mondiali, a volte nello stesso anno in cui nacque il Fascismo, questi scrittori ebbero 

 

la possibilità di essere giovani donne e uomini in un momento in cui l’Italia da monarchica diventava repubblicana e sembrava lasciarsi alle spalle il retaggio del precedente regime. Chi in un modo chi in un altro contribuì, sia pure indirettamente, a scrivere la Costituzione, che ancora oggi è considerata una delle poche leggi italiane che non siano dettate dai soliti e italici azzeccagarbugli.
La generazione dei nostri antenati fu per ragioni insieme storiche e anagrafiche l’ultima generazione dei padri e delle madri. Quelle che vennero dopo, distanziate anche di pochissimi anni, furono invece le generazioni dei figli. Figli e figli dei figli.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *