Gli home restaurant conquistano l’Italia

La nuova frontiera della ristorazione

Diciamoci la verità, quella etnica ci ha catturati, la fusion intrigato, la molecolare (per lo meno!) incuriositi ma restiamo sempre un popolo che a tavola vuole la tradizione e allora cosa c’è di più tradizionale della cucina di casa? Parliamo degli home restaurant, ovvero rendere un ristorante la propria sala da pranzo.

Il principio è semplice: si aprono le porte di casa propria per una cena in compagnia di perfetti sconosciuti in cambio di un (più o meno piccolo) contributo economico, ma andiamo per ordine. 
Il contatto si stabilisce via web sulle numerose piattaforme esistenti: Gnammo. it è il più grande in Italia e conta in tutta la penisola più di 1200 “cuochi”; Ceneromane. com il social di riferimento per la Capitale per cenare su una terrazza vista Colosseo o in una torre del 1200; Le Cesarine è partito da Bologna per conquistare tutta l’Italia con l’idea di salvaguardare la tradizione in tavola. New Gusto, progetto abruzzese, strizza l’occhio agli stranieri per favorire scambi culturali mediante il cibo mentre Peoplecooks è la versione low cost pensata appositamente per studenti e 

 

truss-58013_960_720

 

lavoratori fuori sede, con proposte di pasti che non superano i sei euro. Una volta scelta luogo e cuoco ospitante il gioco è fatto!

 

Il principio dunque è semplice: trasmettere la gastronomia tipica, dare sfogo alla passione per i fornelli facendo nuove amicizie. In un’era in cui i “social” più che aggregare paiono contribuire all’ isolamento, l’ home restaurant ci pare l’espressione (fin ora) migliore di questi.

E se per caso vi fosse venuta voglia di entrare a far parte del circuito come cuochi? Beh, sappiate che gli home restaurant sono stati riconosciuti dal Ministero dello Sviluppo e dell’Economia come una vera e propria attività economica soggetta alle stesse norme che regolano un qualsiasi altro ristorante. 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *